IMG-LOGO

Richiami alimentari: come risolverli?

2019/10/14

Il processo di gestione di un prodotto alimentare è così articolato e pieno di insidie da sembrare quasi un percorso di Spartan Race

I richiami diramati questa settimana dal MINISTERO DELLA SALUTE coinvolgono:

  • il Salame classico Il Gusto d’Italia e il Salametto a marchio Cesare Fiorucci per allergeni non dichiarati in etichetta;
  • il Salame stellino della marca Nativa 2018 srl per rischio microbiologico;
  • la Farina di farro integrale Lo Conte per allergeni non dichiarati in etichetta
  • la Panna cotta crème caramel UHT a marchio Crai per alterazione organolettica. 
 

Su 5 prodotti alimentari richiamati, 3 hanno l’etichetta non corretta. Qual è la causa di queste etichette incomplete? Errori di copia-incolla o battitura? L’utilizzo di un artwork non aggiornato per la fretta di uscire sul mercato? La mancanza di controllo? Difetti di comunicazione tra il marketing e la produzione?

Come si sa, “La vittoria ha moltissimi padri, la sconfitta è orfana”.
In parte questa assunzione di NON colpevolezza è anche giustificata perché il processo di gestione di un prodotto alimentare è così articolato e pieno di insidie da sembrare quasi un percorso di Spartan Race. Ma chi partecipa a questo tipo di competizioni ad ostacoli non è uno sprovveduto, cura l’alimentazione e l’allenamento. Senza queste due attenzioni non riuscirebbe a portare a termine le proprie sfide.

   

Le aziende del settore Food & Beverage dovrebbero adottare gli stessi principi: usare uno strumento digitale che contiene tutti i dati essenziali, incrocia le informazioni, sviluppa le varianti di prodotto ed è pronto ad alimentare i diversi output, etichette fisiche e multimediali.

Uno strumento digitale che consente di visualizzare e tracciare la cronologia di ciascun progetto, tenere sotto controllo i tempi, i percorsi di verifica, l’intero flusso di lavoro, dal progetto iniziale fino all’uscita sul mercato.

In questo modo, la gestione di un prodotto non sarà più una corsa ad ostacoli, una maratona sfiancante, ma assomiglierà a una camminata. Certo, mantenuta a passo sostenuto, ma senza stress e inconvenienti, richiami che ti costringono a fermarti per qualche tempo.