IMG-LOGO

5 modi per mettere in forma il tuo processo di NPD

2020/09/11

Il mondo sta cambiando a ritmo vertiginoso. Nel 2020, chi avrebbe potuto prevedere i cambiamenti nei comportamenti dei consumatori e nei modelli di consumo?

Ma dalle avversità, nasce l'opportunità!

Quindi, mentre fai un passo indietro per rivalutare il futuro da un punto di vista commerciale, che ne dici di sottoporre i tuoi processi NPD a un po' di allenamento? Li puoi mettere al top della forma, in base al nuovo modo di lavorare della tua azienda.

In questo articolo diamo i nostri 5 consigli per mettere in forma il tuo processo di NPD.

#1 Concentrati sul core dell'azienda
#2 Migliora la flessibilità
#3 Tonifica i tuoi team di lavoro
#4 Lavora sulle prestazioni
#5 Riscaldati

#1 Concentrati sul core dell'azienda

OK. Avere una sorta di processo è la linea base del successo di NPD.

Indipendentemente dal modello scelto, un processo è qualcosa di tangibile e tutti, all'interno dell'organizzazione possono essere coinvolti. In questo modo, diversi team e individui possono sentirsi coinvolti nella strategia complessiva della NPD dell'azienda. 

Secondo la Product Development and Management Association PDMA

Processi strutturati e coerenti adottati in tutta l'organizzazione contribuiscono in modo significativo al successo dello sviluppo del prodotto. Le ricerche dimostrano che il tasso di successo dei nuovi prodotti di un'azienda dipende in larga misura dalla qualità delle pratiche di sviluppo prodotto e dei processi da essi adottati.

Ma qual è il processo migliore da adottare? Si parla sempre molto del "miglior processo" da utilizzare, se esiste davvero. 

La maggior parte delle aziende all'interno del Food & Beverage space operano un Stage Gate o Phase Gate Process

Il principio di questo approccio è quello di spezzare il processo NPD in una serie di fasi discrete, dalla Generazione di Idee fino al Lancio. Una volta completata ogni fase di sviluppo, il progetto passa attraverso un Gate approvato dal management prima di passare alla fase successiva. Questo permette di far progredire molti concetti all'inizio del processo e poi in ogni stage gate, per far avanzare solo i concetti validi.

Uno dei motivi per cui questo approccio è così popolare e così largamente adottato è che permette alle aziende di tenere sotto controllo le risorse in termini di costi e di tempo e di impedire che i progetti proseguano troppo in profondità quando non sono più realizzabili. L'approccio spezza inoltre un processo in fasi chiare e distinte, che permette alle persone di comunicare in modo chiaro sullo stato di avanzamento dei progetti ad alto livello.

L'approccio non è tuttavia privo di problemi. Anche se le fasi possono essere condotte in parallelo, ciò che troviamo nella maggior parte delle aziende, è che questi processi tendono ad essere in gran parte lineari. C'è poco spazio per accelerarli. 

Quindi, ciò che può accadere, con i tempi di un tipico processo di introduzione di un prodotto, è che la domanda del mercato e dei consumatori può cambiare al momento del lancio di un prodotto.

Nel nostro futuro mondo post-crisi, dovremo avere più flessibilità.

#2 Migliorate la flessibilità

Non dobbiamo avere paura di innovare i nostri processi di innovazione.

Quindi, guardando più in profondità i tuoi processi - quanto sono flessibili? Sono in grado di affrontare l'imprevisto o i processi fanno fatica ad adattarsi al cambiamento?

Di recente, c'è stato un certo interesse nell'applicare i principi agile all'innovazione di prodotto in CPG/Food & Beverage. Ci sono molti spunti interessanti su questo argomento, come questi esempi di BCG e Nielsen.

Agile development ha portato molti vantaggi nello sviluppo del software, permettendo di accelerare la progettazione di prodotti software e di focalizzarsi maggiormente sull'utente. I principi agili di esperimento, ispezione e adattamento portano ad un approccio molto più iterativo, dove i requisiti mutevoli possono essere adottati direttamente nelle fasi successive di un progetto. Team dedicati e trasversali e diverse strutture di comunicazione consentono ai progetti di progredire a ritmo sostenuto.

Sembra perfetto! Infine, c'è forse un modo per mantenere un ritmo di cambiamento della domanda e del comportamento dei clienti. 

Nelle precedenti fasi di pre-commercializzazione del processo di NPD c'è sicuramente la possibilità di abbracciare principi agili per accelerare e adottare un approccio progettuale più incentrato sull'uomo. 

Tuttavia, è chiaro, dal punto di vista del Food & Beverage, che c'è un rischio significativo per il marchio se un nuovo prodotto non è perfetto al momento del lancio e c'è poco spazio per iterare ulteriormente la progettazione del prodotto una volta che è sul mercato sia dal punto di vista della produzione che da quello dei costi (un problema che è meno acuto per lo sviluppo del software).

Quindi forse abbiamo bisogno di una combinazione di approcci di processo. Un approccio agile per ottenere un concetto di prodotto approvato e poi uno diverso e più strutturato per la commercializzazione e il lancio del prodotto?

E che dire della variazione di processo? 

Molte aziende hanno processi diversi per obiettivi di business diversi, come il cambio di ricetta, il cambio di fornitore ecc.

Come suggerisce Donald G Reinertsen nel suo libro Managing the Design Factory, possiamo ottenere sia la struttura che la flessibilità costruendo il processo di sviluppo a partire dai moduli. Modificando l'uso e la sequenza di questi moduli possiamo produrre milioni di configurazioni di processo senza perdere il controllo.

Questo significa che possiamo considerare la possibilità di suddividere ogni fase di NPD in una serie di micro processi che possono essere ri-sequenziati, se necessario, per adattarsi alle mutevoli esigenze di un progetto.

Così, anche all'interno di un processo tradizionale di tipo stage gate, dovrebbe essere possibile introdurre un livello di flessibilità che permetta di agire in modo più adattivo al cambiamento senza distruggere la struttura che supporta la prevedibilità e il controllo.

#3 Tonifica i tuoi team di lavoro

Alla fine, le persone realizzano la NPD, quindi il modo in cui operiamo all'interno di un'organizzazione può avere un impatto enorme sul suo successo. Quindi, vale la pena considerare chi è coinvolto nel processo di NPD e come strutturare i team per consentire alle persone di lavorare in modo collaborativo e autonomo sui progetti di sviluppo. 

Ci sono tre cose da considerare: team trasversali, co-locazione e comunicazione

Seguendo i principi agili, la creazione di team trasversali e funzionali può permettere alle persone di collaborare più strettamente, al di fuori dei confini dei 'silos' di reparto. Attenzione, questo non è solo un caso di mettere i rappresentanti di ogni dipartimento sotto la guida di un progetto. Le persone che siedono in un certo numero di team di progetto della NPD possono trovare un conflitto di priorità tra gli interessi del proprio dipartimento e quelli del team della NPD. Invece, per fare bene questo, è necessario un approccio più radicale che metta in discussione l'intera operazione per lavorare in modo trasversale a livello funzionale per gestire in modo proattivo il processo di cambiamento, piuttosto che operare come funzioni separate. L'obiettivo è quello di promuovere un obiettivo comune e di rimuovere i conflitti di interesse e la competizione tra le risorse.

Un'altra idea intrigante è co-localizzazione. Ancora una volta, in Managing the Design Factory, Donald G. Reinertsen afferma che 'La co-locazione è la cosa più vicina alla polvere di fata' per migliorare la comunicazione in un team di sviluppo. Ha scoperto che raggruppando le persone insieme si è ottenuto un netto miglioramento della comunicazione e dell'efficacia del team. Quindi, anche senza creare un vero e proprio team trasversale funzionale, ci sono vantaggi se le persone sono co-localizzate.

Ma come possiamo co-locare in questo mondo post-pandemico dove la maggior parte di noi lavora ancora da casa? La cultura del "lavoro da casa" ci offre nuove opportunità per immaginare come lavoreremo insieme in futuro? È possibile che possiamo 'co-locare' digitalmente ora che non siamo vincolati dalla posizione fisica?

Se ci si ferma a riflettere, ora ci sono meno barriere per coinvolgere nelle riunioni i colleghi di diverse sedi. Quando tutte le riunioni si svolgono virtualmente, tutti si trovano su un piano di parità. Non c'è il problema delle dinamiche delle riunioni in cui alcune persone sono "in sala" e altre si trovano a comporre.

Così, con il supporto di strumenti digitali dovrebbe essere e deve essere possibile creare un ambiente dinamico per l'innovazione e il cambiamento nell'era post-pandemica.

La chiave è la qualità comunicazione durante tutto il processo NPD. 

La gente è bombardata da e-mail, messaggi istantanei e news feed. È importante mantenere una comunicazione adeguata e tempestiva.

Avere un processo chiaro, in cui le responsabilità sono definite con precisione e attribuite ai singoli, riduce i requisiti per le email di sollecito e permette al progetto di progredire in modo più proattivo. 

In effetti, ottenere l'accesso istantaneo a informazioni aggiornate sul tracker NPD e sui progressi del team può ridurre molto bene la quantità di informazioni che devono essere distribuite via email.

#4 Lavora sulle prestazioni

Come per qualsiasi cosa, è impossibile essere perfetti, l'unica cosa possibile da migliorare. Quindi sii agile nel tuo approccio alla NPD. Misura le prestazioni e poi modifica i tuoi processi per migliorare.

L'utilizzo di indicatori di prestazione chiave (KPI) come il tempo che intercorre tra un concept breve e quello approvato, i tempi del ciclo degli artwork, il numero di revisioni può fornire una buona indicazione sullo stato di salute del processo. Elaborare obiettivi e guidare il miglioramento continuo del processo. Coinvolgi i  team per rafforzare e migliorare il processo. 

Non va bene dire che non c'è tempo per la revisione del progetto dopo il lancio, questa potrebbe essere l'unica opportunità di fare le cose meglio la prossima volta!

#5 Riscaldamento

BCG Henderson Institute (BHI) ha anticipato all'inizio di quest'anno che in 'questo nuovo mondo post-crisi per cogliere le opportunità nelle avversità, dobbiamo pensare a diverse forze modellanti: nuovi apprendimenti, nuovi atteggiamenti, nuove abitudini e nuovi bisogni'. È chiaro che dobbiamo creare nuove "abitudini" nel modo in cui collaboriamo per cogliere nuove "opportunità". 

In un'ottima intervista recente, Il chief design officer della Pepsi, Mauro Porcini ha commentato che stiamo entrando in un "periodo di eccellenza" dove il design di spicco diventa essenziale per le aziende. Continua dicendo che "la tecnologia permetterà questo sforzo e che saranno i leader empatici, curiosi e agili a guidarlo". 

I sistemi digitali non dovrebbero essere schiavi dei tuoi processi  NPD, con un alto grado di configurabilità e flessibilità. Devono essere collaborativi e basati su cloud per consentire l'accesso remoto da qualsiasi postazione.

Qui è dove si inserisce 4Pack:

4Pack è un sistema digitale basato su cloud che ti aiuta a gestire il processo NPD automatizzando la gestione del flusso di lavoro che mantiene le persone in attività e ti permette di gestire i progetti in modo più efficace.

4Pack è flessibile nel modo in cui può gestire sia i processi di business semplici che quelli complessi.

Si possono creare blocchi di micro-processo che possono essere riordinati e sequenziati per creare un flusso di lavoro end-to-end. I processi possono essere iterativi o lineari - in qualsiasi modo si desideri.

In breve, il flusso di lavoro di 4Pack è costruito per corrispondere al tuo processo, alle tue fasi NPD e alle milestones. Le automazioni possono essere aggiunte per rimuovere le attività manuali ripetitive.

Con 4Pack, i team possono costituirsi e collaborare in modo digitale direttamente in una piattaforma cloud-based, con accesso immediato allo stato del progetto e trasparenza delle azioni e delle responsabilità. 

4Pack può aiutare anche centralizzando la gestione delle specifiche, degli artwork e degli asset digitali che vengono creati e approvati durante tutto il processo. Se i sistemi legacy esistenti sono in gioco, 4Pack può integrare.

4Pack è anche in una posizione perfetta per sostenere i tuoi obiettivi di miglioramento continuo. Dalla gestione delle revisioni post progetto, all'acquisizione dei KPI, alla facile riconfigurazione e riadeguamento dei processi nel tempo.

Contattateci su contact@4-pack.com o chiamate il numero +39 045 2082760 per parlare con il nostro team.

 

4Pack è stato sviluppato per aiutare i produttori di food & beverage di tutte le dimensioni a sviluppare e promuovere prodotti innovativi e più sicuri sul mercato in modo rapido e tramite tutti i canali. Se vuoi accelerare il tuo processo di lancio del prodotto, prenota una demo con uno dei nostri esperti