IMG-LOGO

Sei pronto per il lancio del prodotto?

2020/04/01

“Le persone coinvolte nei conti alla rovescia dicono sempre che gli ultimi venti minuti sono i peggiori. A quel punto tutto ciò che è necessario è stato fatto, e quindi tutti hanno venti minuti per pensare a ciò che potrebbe non essere stato fatto, o altrimenti cosa potrebbe andare storto.”

- Willy Ley -

Le operazioni di preparazione a un lancio spaziale sono standardizzate e si succedono con un ordine prestabilito. Esso è scandito dal conto alla rovescia (count down): ogni secondo rappresenta l’avvio di una fase e la fine di un’altra. Siamo abituati a pensare al conto alla rovescia come una numerazione che parte da dieci e arriva allo zero. In realtà, per le missioni Apollo, il conteggio iniziava 6 giorni prima, a causa della complessità del razzo Saturno.

L’immissione di un nuovo prodotto nel mercato alimentare assomiglia tanto a un lancio da Cape Canaveral ed è sempre un momento delicato per un’azienda.  I rischi sono tanti e una statistica Nielsen lo conferma: il 76% dei lanci dei beni di largo consumo fallisce nel giro di un anno. Le cause possono essere diverse:

  • il prodotto è poco competitivo
  • la domanda è inesistente
  • l'approccio verso il mercato è sbagliato
  • la promozione è inesistente

Le imprese che ne tengono conto studiano in modo approfondito gli step prima, durante e dopo il lancio del prodotto, soprattutto quelle che operano in mercati altamente competitivi.  

Si può dire che il conto alla rovescia inizia già dalla prima fase, quella della creazione dell’artwork. La gestione dell'artwork e delle etichette infatti, è costantemente sotto pressione a causa dell'aumento del numero di progetti da consegnare in un tempo altamente compresso. In particolare, l'industria dei beni di consumo confezionati è sottoposta a leggi stringenti relative alla sicurezza e chiarezza delle dichiarazioni riportate in etichetta: un errore nella gestione dell'artwork può provocare un aumento dei costi e può danneggiare il business.
Come abbiamo già evidenziato, il processo di Artwork Management è una fase delicata che coinvolge diversi reparti e figure e la ricetta del successo consiste nel coordinamento efficace di queste diverse figure.

Le funzionalità di Product Lifecycle Management di 4Pack consentono di eliminare ripetitività nelle fasi di lavorazione e ottimizzare le lavorazioni stesse. Di qualsiasi prodotto, infatti, fra le numerose informazioni è possibile sapere:

  • tempo medio per lo sviluppo del prodotto
  • numero di modifiche richieste
  • tempo medio per le modifiche richieste
  • fasi che hanno richiesto più rifacimenti

Con 4Pack il workflow diventa intelligente e rispetta le scadenze. L’impianto grafico che andrà a comporre il packaging del prodotto alimentare, è condiviso tramite un flusso di lavorazione creato appositamente, con task, dead lines per step, validazioni e notifiche, pensate per ottimizzare il Time-to Market. Ogni singola fase è monitorata attraverso dashboard che possono essere personalizzate.

Come nella preparazione di un lancio spaziale, le operazioni sono standardizzate, seguono un flusso, si succedono in un ordine prestabilito, con mansioni assegnate a specifiche figure e alert che avvisano notifiche, messaggi, ritardi. 

Se sorgono problemi si può fermare il conteggio e dare “luce verde” soltanto quando esso sarà risolto. 

È meglio fermare il conto alla rovescia e riparare l’errore piuttosto di compiere un clamoroso flop!