IMG-LOGO

Come leggere le etichette delle creme solari

2019/06/26

La normativa europea raccomanda che l’etichettatura dei prodotti solari “risulti semplice e comprensibile, e possa essere di aiuto al consumatore nella scelta del prodotto adeguato”.

I prodotti per la protezione solare, come tutti i cosmetici, sono regolati dal Regolamento europeo sui cosmetici.

Nel 2006 la Commissione Europea ha pubblicato inoltre una  "Raccomandazione sull’efficacia dei prodotti per la protezione solare e sulle relative indicazioni per fare chiarezza e semplificare le scelte dei consumatori. La Raccomandazione è stata accolta con favore e attenzione dall’Industria europea, la quale si è impegnata per applicarla ai prodotti che vengono immessi sul mercato.

La Raccomandazione fornisce:

  • una definizione precisa di prodotto per la protezione solare.  È inteso come “qualsiasi preparato (crema, olio, gel, spray) destinato a essere posto in contatto con la pelle umana, al fine esclusivo o principale di proteggerla dai raggi UV assorbendoli, disperdendoli o mediante rifrazione”.
  • le definizioni di altri termini pertinenti, come raggi UVB, raggi UVA, fattore di protezione solare e fattore di protezione UVA.
  • una serie di indicazioni sulla protezione, le precauzioni d’impiego e le istruzioni per l’uso dei solari, come:
    • specifica che i prodotti solari devono proteggere sia dai raggi UVB sia dai raggi UVA; la protezione UVA deve essere almeno pari ad 1/3 di quella UVB;
    • stabilisce che non possono essere usate diciture non veritiere, come “schermo totale” o “protezione totale”, che lasciano presupporre una protezione del 100% dai raggi UV, oppure “prevenzione per tutto il giorno”, che fanno pensare che non sia necessario riapplicare il prodotto;
    • chiarisce che sulla confezione dovrebbero essere riportati consigli sulle precauzioni da adottare in aggiunta all’uso di prodotti solari (come non rimanere esposti al sole troppo a lungo) e istruzioni d’uso (come applicare il prodotto prima dell’esposizione e riapplicarlo con frequenza).
  • le indicazioni relative all’efficacia dei solari, le quali dovrebbero essere semplici e chiare. La Raccomandazione della Commissione Europea ha suggerito una semplificazione dei numeri usati per indicare il fattore di protezione solare e delle categorie di protezione secondo la seguente classificazione:
Categoria di protezione da indicare in etichetta Valore del fattore di protezione solare (SPF) corrispondente, da riportare in etichetta
Bassa protezione, per pelle abbronzata 6, 10
media protezione, per pelle chiara e/o forte luce 15, 20, 25
alta protezione, condizioni estreme (ghiacciai, tropici) e pelle molto chiara 30, 50
protezione molto alta, pelle particolarmente sensibile, intollerante e delicata 50+

Nelle etichette si suggerisce di inserire anche il PAO (Period After Opening) e indica per quanti mesi dopo l’apertura il prodotto mantiene le sue caratteristiche di funzionalità e di sicurezza.

/webimg4flying/4PACK_IMMAGINI/MID_creama solare-2_1.jpg.jpg