IMG-LOGO

Brexit cambia l'etichettatura per il 2021: quello che devi sapere - Il punto di vista dal Regno Unito -

2020/11/24

Brexit significa che le normative sull'etichettatura dei prodotti alimentari nel Regno Unito e in tutta Europa cambieranno molto presto.

Una cosa che sappiamo per certa è che qualunque sia la versione di un accordo raggiunto, la Brexit avverrà il 31 dicembre 2020 alle 23.00. 

Lo scoppio del Covid-19 ha sconvolto gran parte del mondo, e le trattative per la Brexit non sono state da meno. I negoziati sono ripresi il 28 settembre, ma molte questioni chiave restano ancora da risolvere.

Per le aziende del settore dei beni di consumo confezionati (CPG) e del Food & Beverage, una serie di cambiamenti entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2021. Che si tratti del paese di origine, dell'uso dei loghi dell'EU o delle specifiche relative al nome e all'indirizzo dell'operatore, una cosa è certa: il momento di agire è adesso.

Quest'anno  l'attenzione di molte aziende è stata comprensibilmente dirottata sulle conseguenze del Covid. L'industria ha dovuto adattarsi e quindi alcune organizzazioni potrebbero ora trovarsi meglio attrezzate per affrontare il futuro.

Sfide per i produttori

Quindi, quali sono le sfide principali che le aziende devono affrontare per conformarsi agli standard di etichettatura post-Brexit?

I tempi molto brevi per il cambiamento saranno una delle principali preoccupazioni per molte organizzazioni.  I produttori dovranno considerare i livelli di scorte esistenti e, in particolare, dovranno cercare di determinare quando tali scorte potranno essere immesse "sul mercato" prima della fine della transizione, per capire quando sarà necessaria la rietichettatura. 

La mancanza di chiarezza sui controlli alle frontiere getta anche maggiore incertezza nel mix per i produttori. 

È difficile dire se entreranno in vigore altri cambiamenti sostanziali, prendendo atto del clima attuale intorno al Covid-19 e delle altre priorità dei governi europei nei prossimi mesi e anni. 

Le abitudini sanitarie che possono aumentare il rischio di Coronavirus, come il consumo di alimenti ad alto contenuto di zucchero che portano all'obesità, stanno ottenendo un maggiore controllo. L'ultimo report del governo UK mostra risultati contrastanti e progressi marginali che potrebbero significare uno sforzo intensificato o anche un'ulteriore regolamentazione. 

Esportazione nel 2021

Il processo di esportazione delle merci verso l'EU cambierà. Tutte le imprese che intendono esportare merci dalla Gran Bretagna all'EU devono completare una serie di azioni prima del 1° gennaio 2020. 

Nelle prossime settimane verranno aggiunte al sito web del governo (GOV.UK) delle linee guida sul trasporto delle merci in entrata, in uscita e in transito nell'Irlanda del Nord. Ma, per tutte le informazioni più aggiornate su ciò che la tua organizzazione deve preparare dopo la Brexit, segui questo link per una lista di azioni.

Cambiamenti chiave: Ottenere una giusta Brexit

In primo luogo, tutti i produttori dovrebbero verificare con il loro importatore EU in che modo i requisiti di etichettatura dell'EU influenzeranno il tuo prodotto. 

Per le merci vendute nel Regno Unito, la guida è soggetta ad un accordo in seno al Parlamento, pertanto le autorità locali del Regno Unito sono responsabili dell'applicazione delle modifiche all'etichettatura.

Ad esempio, gli alimenti di origine animale e gli alimenti di origine non animale immessi sul mercato dell'EU prima del 1° gennaio 2021 possono continuare a circolare all'interno del mercato dell'EU senza modifiche dell'etichettatura. Tutti gli alimenti immessi sul mercato dell'EU dopo tale data devono essere conformi alle norme dell'EU.

Di seguito sono riportate le aree chiave da prendere in considerazione per quanto riguarda i cambiamenti di etichettatura quando si esporta nell'EU e si vende in Gran Bretagna e Irlanda del Nord, come descritto dal governo del Regno Unito:

Indirizzo dell'operatore del settore alimentare (OSA)

EU: gli alimenti preconfezionati e le caseine devono avere un indirizzo dell'EU o dell'Irlanda del Nord (NI) per l'OSA, o un indirizzo dell'importatore EU o NI sulla confezione o sull'etichetta degli alimenti.

GB & NI: i produttori possono continuare a utilizzare un indirizzo EU, GB o NI per l'OSA sugli alimenti preconfezionati o sulle caseine vendute in GB fino al 30 settembre 2022. Dal 1° ottobre 2022, gli alimenti preconfezionati o le caseine vendute in GB devono includere un indirizzo del Regno Unito per l'OSA. Se l'OSA non si trova nel Regno Unito, includere l'indirizzo del vostro importatore.

Logo biologico dell'EU

EU / GB & NI: non è consentito utilizzare il logo EU biologico a partire dal 1° gennaio 2021, a meno che:

  • L'organismo di controllo del Regno Unito è autorizzato dall'EU a certificare le merci britanniche per l'esportazione nell'EU
  • Il Regno Unito e l'EU concordano di riconoscere i reciproci standard (chiamati "equivalenza")

Etichette del paese di origine

EU:

  • Il cibo proveniente dai NI può continuare ad usare "origine EU".
  • Gli alimenti provenienti dalla Gran Bretagna non devono essere etichettati come "origine EU" a partire dal 1° gennaio 2021.
  • Per saperne di più sull'etichettatura degli alimenti del paese d'origine.

GB E NI:

  • Gli alimenti provenienti da e venduti in NI possono continuare a utilizzare "origine EU" a partire dal 1° gennaio 2021.
  • Gli alimenti provenienti da e venduti in GB possono essere etichettati come "origine EU" fino al 30 settembre 2022.
  • Dal 1° ottobre 2022, gli alimenti provenienti dalla Gran Bretagna non devono essere etichettati come "origine EU".

 

Emblema dell'EU

Non è consentito utilizzare l'emblema dell'EU su beni prodotti in Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) a partire dal 1° gennaio 2021, a meno che non si sia stati autorizzati dall'EU a farlo.

Nuove opportunità dopo Brexit

"Quando una porta si chiude, un'altra si apre" - non è questa la frase?

Per le aziende con l'appetito e le risorse sufficienti, la ricerca di altri mercati esteri è ora più realistica di prima. L'esportazione verso i mercati al di fuori dell'EU viene attivamente incoraggiata dal governo britannico.

La campagna "Department for International Trade (DIT) Exporting is GREAT" mira ad innescare un movimento di aziende che vendono i loro prodotti e servizi all'estero nel Regno Unito.

La recente notizia dell'accordo di libero scambio tra il Regno Unito e il Giappone del mese di settembre ci ricorda che una serie di mercati in espansione rimangono praticamente inesplorati per i produttori britannici. Le imprese del Regno Unito beneficeranno dell'esenzione dalle tariffe doganali sul 99% delle esportazioni verso il Giappone.

Dall'accordo i produttori britannici, i produttori di alimenti e bevande e il settore tecnologico sono tutti destinati a beneficiare delle misure dell'accordo Regno Unito-Giappone:

  • Nuova protezione per i beni più iconici del Regno Unito, tra cui lo spumante inglese, lo Yorkshire Wensleydale e l'agnello gallese. Ciò porterebbe a un migliore riconoscimento dei principali marchi britannici nel mercato giapponese.
  • Forti riduzioni tariffarie per la carne suina, bovina, di manzo, di salmone del Regno Unito e per una serie di altre esportazioni agricole. I produttori britannici continueranno a beneficiare dell'accesso alle basse tariffe per i principali prodotti alimentari e bevande coperti da quote, come il formaggio Stilton, gli estratti di tè e le miscele di pane.

Come può aiutare 4Pack?

Qualsiasi cambiamento di etichetta, non importa quanto grande o piccolo, può essere complesso e costoso da gestire.  Indipendentemente dalla mancanza di chiarezza che circonda i cambiamenti sulle etichette dovuti alla Brexit  e concordati in via definitiva, è fondamentale che le organizzazioni siano pronte ad agire facilmente e in modo controllato per garantire la totale conformità, gestire il cambiamento in modo efficiente e tenere sotto controllo i costi.

La digitalizzazione del processo di grafica consente ai team di agire e di apportare le modifiche in modo efficiente e di avere visibilità immediata per poter lavorare al passo con i tempi.  La scadenza per il cambiamento si sta avvicinando rapidamente senza che si faccia chiarezza su quale sarà il cambiamento, preparati ORA.

4Pack è il software leader per prodotti e imballaggi end-to-end per l'industria dei prodotti di largo consumo e del Food & Beverage. Siamo una soluzione SaaS (software as a service) che aiuta i marchi e i produttori a gestire i loro prodotti e a lanciare il processo di aggiornamento in modo più efficiente. 

La nostra piattaforma collega tra loro quattro tecnologie chiave che consentono di aumentare l'efficienza, velocizzare il time to market, snellire e aumentare la collaborazione tra i team, interni ed esterni. 

4Pack ti permette di:

  • Centralizzare i dati del prodotto, degli ingredienti e della confezione
  • Sincronizzare il briefing, la creazione e l'approvazione degli artwork
  • Gestire tutti i progetti NPD e EPD in un'unica soluzione integrata
  • Creare un repository a connessione digitale per i beni di valore

La gestione dei prodotti e degli ingredienti di 4Pack consente di centralizzare, collaborare e controllare digitalmente tutte le specifiche dei prodotti e degli ingredienti.

4Pack è in grado di automatizzare processi complessi come la creazione di liste di ingredienti e utilizza una libreria di traduzione integrata per consentire il completamento istantaneo di tali processi in più lingue all'interno della confezione.

4Pack offre un'analisi dell'impatto immediato per il cambio degli ingredienti. L'analisi approfondita di un ingrediente identifica esattamente dove viene utilizzato e su quali artwork del packaging appare l'etichetta dell'ingrediente.

4Pack consente di collaborare con i partner della catena di fornitura e i fornitori di servizi grafici da un'unica interfaccia sicura.

4PACK è la soluzione end-to-end che trasforma la gestione dei prodotti e dei flussi.
 
Vuoi scoprire di più?
 
Presentazione video
 
Scarica la brochure
 
oppure
 
Chiedi una consulenza

Seguici su Linkedin

Unisciti a noi

Iscriviti per ricevere tutti gli ultimi consigli, tendenze e approfondimenti dal team di 4Pack. Niente spam.